Bioarchitettura

I termini “bioarchitettura”, “bioedilizia”, “edilizia sostenibile”, ecc. sono normalmente utilizzati per indicare quegli edifici che, per il modo in cui sono progettati e costruiti, oltre che per il tipo di materiali e impianti utilizzati, si integrano con l’ambiente per un miglioramento della qualità della vita.

Gli edifici in bioarchitettura hanno un bassissimo impatto ambientale soprattutto grazie al bassissimo consumo di energia (e conseguenti ridotte emissioni di CO2) e all’utilizzo delle fonti rinnovabili per il loro fabbisogno energetico.

Parecchie persone associano la bioarchitettura all’installazione di pannelli fotovoltaici (spesso si pensa anche che pannelli solari e fotovoltaici siano la stessa cosa…), o all’isolamento delle pareti e del tetto. In effetti queste scelte rappresentano solo una parte delle soluzioni e delle scelte progettuali e costruttive che identificano un edificio costruito secondo i canoni della bioedilizia.

Nuove costruzioni

Costruire in bioarchitettura comporta innanzitutto uno studio molto approfondito del contesto ambientale in cui dovrà essere inserito l’edificio, al fine di sfruttarne al massimo le risorse (esposizione solare, ventilazione, ecc.).

Una corretta e attenta valutazione delle condizioni ambientali, del fabbisogno energetico, dei materiali da costruzione e di tanti altri fattori è alla base di una corretta progettazione e realizzazione di un edificio in bioarchitettura. PROTESIS SRL è in grado di progettare e realizzare edifici che rispettino i canoni della bioarchitettura e che, grazie anche a una corretta scelta dei materiali e all’utilizzo di fonti energetiche naturali, siano in classe energetica A o addirittura risultino a consumo quasi zero (cosiddetti NZEB, acronimo di Nearly Zero Energy Building, introdotto dalla Direttiva Europea 31/2010/UE).

Leave a Comment

Your email address will not be published.